MyCNA       Lavora con noi

Un bando in rosa per le imprese innovative

C’è tempo fino al 31 gennaio 2012 per presentare le domande di partecipazione al bando lanciato dalla Camera di Commercio di Roma per favorire le idee imprenditoriali più innovative. Il requisito numero uno per candidarsi è che l’azienda sia gestita da una donna.

Il bando prevede un sostegno economico concreto di cinquemila euro al fare impresa al femminile. L’iniziativa è stata promossa dal Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità femminile della Camera di Commercio. Il bando “Idea Innovativa, la nuova imprenditorialità al femminile” è rivolto alle micro o piccole imprese operanti sul territorio di Roma e provincia nel commercio, nell’industria, nell’artigianato, nell’agricoltura e nei servizi.

Possono partecipare al bando tutte le ditte individuali con titolare donna; le società di persone e società cooperative in cui il numero di donne socie rappresenti almeno il 60% dei componenti la compagine sociale; le società di capitali in cui le donne detengano almeno i due terzi delle quote di capitale e costituiscano almeno i due terzi del totale dei componenti dell’organo amministrativo.

Per partecipare le imprese devono essere in regola con l’iscrizione alla Camera di Commercio di Roma, con la denuncia di attività e con il versamento del diritto annuale degli ultimi 5 anni, oltre a non aver subito protesti. Un’apposita commissione valuterà i progetti presentati sulla base di due criteri prioritari: innovatività e originalità dell’iniziativa; completezza e coerenza complessiva del progetto.

Il supporto all’imprenditorialità femminile assume particolare importanza per un territorio, come quello di Roma, dove l’imprenditoria femminile conta oltre 97mila aziende, come ha sottolineato il presidente della Camera di commercio capitolina, Giancarlo Cremonesi. Una presenza strategica nel tessuto produttivo del territorio: “le imprenditrici sono dinamiche, competenti e con una forte propensione all’innovazione. L’istituzione camerale, anche con un recente bando sullo start-up che metteva a disposizione fondi di garanzia per l’accesso al credito, sosteneva le tante donne e i giovani che scelgono di affermarsi attraverso l’autoimprenditorialità” ha detto Cremonesi.

Per ulteriori informazioni e per scaricare il modulo di partecipazione è possibile consultare il sito www.rm.camcom.it .

LEGGI IL BANDO